I riti della Settimana Santa in Costiera Amalfitana

Pasqua è la principale festa della cristianità e la Costiera Amalfitana la celebra con la dovuta devozione. Molti sono i momenti suggestivi di questa ricorrenza che celebrano la settimana che ha segnato il mondo occidentale.

Una celebrazione ricca di emozione che rievoca la passione di Cristo si svolge ad Amalfi il venerdì santo, con gli incappucciati vestiti con una tunica bianca che illuminano il Duomo con le loro fiaccole ai piedi del Cristo portato in processione con delle musiche struggenti e la statua della Madonna S.S. Addolorata.

Emozionante e commovente è anche la processione dei Battenti a Maiori, mesta, ma coinvolgente, che ricorda la morte di Dio fatto uomo, ma invita anche a riflettere sulla condizione umana, condizionata e spesso angosciata dal mistero della morte.

All’insegna della spiritualità, anche un viaggio a Ravello, con le sue tradizionali cerimonie religiose tra cui la toccante Via Crucis.

La settimana di Pasqua è un ottimo periodo per recarsi in Costiera Amalfitana sfruttando le tante offerte speciali che gli operatori propongono per brevi vacanze e week-end in hotel e b&b. Monumenti, tradizioni, paesaggi e natura della costiera possono essere goduti al meglio grazie al minor affollamento rispetto all’estate. Il clima mite del periodo pasquale è l’ideale per chi desideri avventurarsi tra i meravigliosi monti Lattari che sovrastano Amalfi, Praiano, Positano, diretti verso la valle delle ferriere, bella riserva naturalistica dove prosperano diverse specie di orchidee e la Woodwardia radicans, pianta molto rara e vero fossile vivente. Il periodo pasquale è il momento giusto per percorrere il sentiero degli Dei, 8 km di bellezza pura, paesaggi indescrivibili, dove il mare, compagno di viaggio inseparabile, può essere osservato da un’altezza variabile tra i 600 ed i 450 mt.

 

Stefania Maffeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *